Gastroenterologia - Medico Rapido

Gastroenterologia

Il significato etimologico della parola, che è quello di studio dello stomaco e dell'intestino (dal gr. γαστήρ, "stomaco"; ἔντερον "intestino") non corrisponde a quello pratico, perché col termine di gastroenterologia ci si riferisce a quella branca della medicina che si occupa delle malattie dell'apparato digerente nel suo insieme, cioè di tutto il tubo digerente (esofago, stomaco, intestino e vie biliari) e delle ghiandole ad esso annesse (fegato, pancreas e ghiandole salivari).

Lo sviluppo della gastroenterologia è cominciato praticamente con l'avvento della radiologia, specialmente in quanto questa ha permesso di rendere visibile allo schermo radiologico il lume dei vari tratti del tubo digerente e quindi di studiarne la forma, i movimenti, ecc. La radiologia ha anche permesso di "vedere" le vie biliari con l'aiuto di sostanze radio-opache che, introdotte per via orale o per via endovenosa, rendono la bile opaca ai raggi X.

Numerosissimi sono i sussidi diagnostici di cui oggi la radiologia stessa si vale (contrasto gassoso, stratigrafia, cinematografia, prove farmaco-radiologiche, colangiografia bloccata, ecc.). I più diffusi mezzi di indagine usati in gastroenterologia sono i sondaggi e i mezzi di endoscopia.

Il sondaggio si pratica con adatte sonde flessibili introdotte attraverso il cavo orale (sonda gastrica di Faucher, sondino duodenale di Einhorn e loro numerose varianti) con le quali è possibile estrarre campioni di succo gastrico o duodenale per esaminarli, studiare il modo con cui essi vengono secreti, ecc. È pure possibile studiare la pressione endocavitaria nello stomaco e nell'intestino a vari livelli, mettere alla prova la capacità di assorbimento della mucosa intestinale, ecc. Recentemente si è trovato un modo più elegante e più comodo per esplorare alcune funzioni gastroenteriche, costituito da una capsula deglutibile (videocapsula endoscopica), che grazie alla microscopica telecamera-trasmittente contenuta al suo interno è possibile osservare a computer le immagini di tutto il percorso del tratto gastrointestinale.

L'endoscopia ci permette di portare direttamente lo sguardo nell'esofago, nello stomaco, nel retto e nel sigma (parte terminale del colon). Si è già cominciato anche a costruire endoscopi flessibilissimi di fibra di vetro che permettono la visione diretta della superficie interna del duodeno e di segmenti intestinali più lontani.

Il laparoscopio poi, simile ad una sottile cannula che si introduce nell'addome attraverso un foro praticato nella parete, in semplice anestesia locale, permette di vedere direttamente la superficie esterna dei visceri. La cannula porta, oltre all'apparecchio di ottica, anche un apparecchio di illuminazione per la visione e per la fotografia. La ricerca è praticamente indolore e innocua, e di grande utilità in quanto permette di constatare, con la visione diretta, la eventuale esistenza di alterazioni cirrotiche del fegato, di noduli tubercolari o neoplastici sul peritoneo, sul fegato, sulla colecisti, ecc.

Altra recente indagine è la splenoportografia. Si inietta nella milza un liquido radio-opaco che rende visibile allo schermo radiologico gran parte del sistema venoso portale ed epatico e sue eventuali alterazioni. Anche questa indagine si rende preziosa e spesso insostituibile in casi di splenomegalie di oscura origine, di certe emorragie gastriche misteriose, per svelare tumori pancreatici od epatici non altrimenti dimostrabili, ecc.

Infine vi è tutta la gamma vastissima delle prove funzionali gastriche, intestinali, epatiche e pancreatiche di ordine biochimico, che si valgono di analisi chimiche del sangue, delle urine, delle feci e dei succhi digestivi e che dànno un'immagine dinamica e fedele dello stato di efficienza funzionale dei visceri relativi.


Lavora con noi - Medico Rapido

Sei un medico e vuoi collaborare con noi? Inviaci i tuoi dati e ti ricontatteremo.



Newsletter - Medico Rapido

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per rimanere aggiornato su tutte le nostre iniziative e promozioni.



MedicoRapido.it

Rivoluzioni Digitali Srl
Sede legale:
Via Francesco Aufiero, 37
83030  Santa Paolina  (AV)
P.Iva 02920640642
Tel. 348.3059833

EMAIL
info@medicorapido.it