Otorinolaringoiatria - Medico Rapido

Otorinolaringoiatria (ORL)

L’otorinolaringoiatria è un ramo della medicina che ha per oggetto di studio le malattie dell’orecchio e delle vie aeree superiori (naso e seni paranasali, faringe, laringe).
I progressi biomedici e tecnologici hanno via via ampliato e approfondito le possibilità diagnostiche e terapeutiche dell’ORL. Per esempio, è stato possibile abbandonare i vecchi e approssimativi metodi audiometrici ricorrendo a moderni apparecchi elettronici e, nel campo chirurgico, eseguire interventi su zone estremamente circoscritte (per es., a carico della membrana timpanica e dell’orecchio medio e interno), grazie all’uso dell’otomicroscopio operatorio, costituito da un microscopio binoculare a vari ingrandimenti. L’otorinolaringoiatria ha così subito profonde innovazioni che ne hanno ampliato i confini e hanno determinato il realizzarsi, nel suo stesso ambito, di nuove branche. Fra queste, in particolare, l’audiologia, la foniatria, la broncoesofagologia, la otorinolaringoiatria pediatrica e la otoneurologia hanno raggiunto tale dimensione da aver acquisito un profilo autonomo.
In particolare, l’otoneurologia si occupa dello studio, sotto i vari aspetti (compresi quelli diagnostici e terapeutici), dell’apparato vestibolare e delle sue connessioni anatomiche e funzionali con altri distretti del sistema nervoso centrale.

Patologie dell’orecchio
I principali sintomi dei disturbi all’orecchio sono le ipoacusie (una riduzione, più o meno grave  dell´udito,) l’otorrea (una secrezione dal condotto uditivo esterno in seguito ad una perforazione della membrana del timpano), gli acufeni (fischi o ronzii nell’orecchio), le vertigini e l’otalgia (forma di dolore localizzato a livello auricolare).
L’otite è un´infiammazione dell´orecchio medio o esterno, classificata in acuta e cronica secondo la sua durata. I sintomi tipici dell´otite, in generale, sono il mal d´orecchio, la sordità, gli acufeni (fischi o ronzii nell’orecchio), il prurito.
La dermatite dei condotti uditivi è un’infiammazione dei condotti uditivi che colpisce prevalentemente soggetti allergici. I sintomi possono essere: prurito, bruciori, secrezione talvolta maleodorante o desquamazione epidermica.
La labirintite è un´infiammazione della parte dell´orecchio chiamata appunto labirinto; la sua causa è sconosciuta, ma poiché generalmente appare dopo un´infezione delle vie aeree superiori o dopo l´otite media, probabilmente accade in conseguenza di un´infezione di origine virale o batterica. I sintomi tipici della labirintite sono le vertigini, accompagnate da nausea o vomito, perdita dell´equilibrio, sbandamento, sordità e movimenti oculari involontari.
La sordità è la perdita di udito totale o parziale, a una o a entrambe le orecchie. Molteplici cause possono provocarla, tra cui la perdita di conduzione, dove i tre piccoli ossi dell´orecchio non riescono più a far giungere alla coclea i suoni, e la perdita del nervo, dovuta a una mancata o ridotta funzionalità del nervo uditivo a causa di una qualche lesione. Mentre la perdita di conduzione è spesso reversibile, la perdita del nervo è invece una condizione permanente. Altre cause possono essere di tipo genetico o congenito (cioè presenti già alla nascita), possono essere di origine infettiva (meningite, morbillo, scarlattina, otite), di origine traumatica (perforazione del timpano, frattura cranica, barotrauma, traumi acustici in generale) o più semplicemente legata all´età o al tipo di lavoro che si svolge.

Patologie del naso
Una delle patologie del naso più diffuse è la rinite, che consiste nell´irritazione o nell’infiammazione delle mucose nasali. Sintomi tipici di questa condizione sono il naso che cola, il prurito e la congestione; può essere dovuta a virus, batteri ma anche ad una qualche reazione allergica. La rinite allergica rappresenta l´affezione più comune a carico delle alte vie aeree e si ritiene che circa il 20% della popolazione sia affetta da questa patologia.
Un’altra patologia del naso molto comune è la sinusite. Spesso confusa con il comune raffreddore, a causa di sintomi molto simili, essa consiste nello stato di infiammazione delle membrane mucose solitamente provocata da batteri, più raramente da virus e funghi; è detta acuta se dura dalle tre alle otto settimane, cronica se dura di più.
L’epistassi è, invece, il nome scientifico con cui si denomina la perdita di sangue dal naso. Nel naso circolano tantissimi capillari che possono rompersi facilmente; le cause più comuni dell´epistassi sono la rinite allergica, raffreddore, la presenza di corpi estranei all´interno del naso, traumi, l´utilizzo di alcuni farmaci.
Tra le malattie del naso, molto più seri sono i polipi oppure le neoplasie. Nel primo caso si tratta di un ispessimento della parete interna del naso, simile a un nocciolo, solitamente dovuto a un’infiammazione (rinite, sinusite). Si cura con cortisonici, ma spesso non si ottiene la completa eliminazione del polipo, che deve essere asportato chirurgicamente. Le  neoplasie sono, invece, forme tumorali i cui sintomi sono emorragia monolaterale, ostruzione della narice, gonfiore facciale. Esistono vari tipi di neoplasie: papillomi esofitici, papillomi invertiti dei seni nasali (tumori locali maligni), carcinoma epidermoidale, fibromi e neurofibromi (benigni).

Patologie della laringe
Una delle patologie più frequenti della laringe è la laringite, cioè una infiammazione della laringe di origine batterica o virale. La laringite acuta è un tipo di infiammazione di breve durata (qualche giorno) causata da una allergia, da un virus o dal fatto di aver preso freddo. Nel caso in cui questa venga trascurata, in alcuni casi può trasformarsi in laringite cronica, cioè di lunga durata (più frequente nelle persone che fanno un uso prolungato della voce, come i cantanti).
Tra le patologie causate da abuso o comunque cattivo uso della voce troviamo anche la miopatia delle corde vocali, cioè una infiammazione cronica di laringe e corde vocali. Sempre l’eccesso nell’uso della voce è tra le cause più frequenti dei noduli alle corde vocali, piccoli ingrossamenti che si formano appunto sulle corde vocali e che se non diagnosticati in tempo possono trasformarsi in polipi.
Altra tipologia di malattia è la paralisi laringea, una specie di paralisi delle corde vocali che non rende possibile l’emissione della voce. La causa può essere un trauma, un intervento chirurgico nella zona del collo, una malattia infettiva.
Infine, il tumore della laringe, più frequente negli uomini che nelle donne, ha come causa maggiore il tabagismo, seguito dall’alcolismo. Come per altri tipi di tumori, se diagnosticato in tempo, aumentano le probabilità che questo possa essere curato e che si possano mantenere intatte le funzioni della laringe.


Lavora con noi - Medico Rapido

Sei un medico e vuoi collaborare con noi? Inviaci i tuoi dati e ti ricontatteremo.



Newsletter - Medico Rapido

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per rimanere aggiornato su tutte le nostre iniziative e promozioni.



MedicoRapido.it

Rivoluzioni Digitali Srl
Sede legale:
Via Francesco Aufiero, 37
83030  Santa Paolina  (AV)
P.Iva 02920640642
Tel. 348.3059833

EMAIL
info@medicorapido.it