Urologia - Medico Rapido

Urologia

Nata agli inizi del novecento dalla chirurgia generale come branca specialistica dedicata al trattamento delle patologie dell'apparato urinario maschile e femminile e genitale maschile, l'urologia si è rapidamente evoluta fino a divenire una specialità complessa nella quale coesistono aspetti chirurgici, che rimangono comunque prevalenti, ma anche competenze di carattere medico, farmacologico, radiologico, di laboratorio e, più recentemente, anche tecnologico. La specialità è progredita in modo costante in tutti i suoi numerosi campi d'intervento: urolitiasi, oncologia urologica, urodinamica, urologia ginecologica, urologia pediatrica, endoscopia, andrologia.

Il trattamento della calcolosi delle vie urinarie è il campo dell'urologia che ha conosciuto i successi più sorprendenti grazie all'adozione di sofisticati mezzi tecnologici. Fino alla fine degli anni settanta la rimozione dei calcoli renali, che sono causa di una sintomatologia dolorosa e di gravi complicanze, è stata affidata all'opera del chirurgo.
Oggi le tecniche di intervento maggiormente usate sono la litotrissia extracorporea o ESWL (Extracorporeal Shock Wave Lithotripsy) e la litotrissia intracorporea o uretroscopia. La prima è una tecnica non invasiva che prevede l’impiego di una macchina in grado di creare impulsi ad ultrasuoni concentrati e ad alta energia in grado di frantumare i calcoli in un tempo variabile di 30-60 minuti. La seconda, sempre più utilizzata grazie alla miniaturizzazione degli ureteroscopi a fibre ottiche, consiste nell’introdurre, per via endoscopica, strumenti di visione e di frantumazione dei calcoli attraverso le vie urinarie o piccoli fori (endoscopia percutanea). La litotrissia intracorporea comporta che lo strumento per frantumare la concrezione venga portato a contatto o molto vicino al calcolo da ridurre. Questa tecnica riduce il rischio che si arrechino danni ai tessuti circostanti.

Nel campo delle patologie prostatiche l’urologia rappresenta la branca specialistica di elezione, a partire dalla prevenzione oncologica periodica (esplorazione digito-rettale, biopsia prostatica, ecc.) fino al trattamento medico o chirurgico con approccio tradizionale, transuretrale o laparoscopico. Il dosaggio nel sangue del PSA (antigene prostatico specifico) consente una diagnosi precoce del tumore prostatico, che può essere così trattato chirurgicamente con finalità radicali.

L'oncologia urologica ha assunto un ruolo assai importante in quanto intesa alla diagnosi di numerosi tumori dell'apparato urogenitale: tumori del rene, dell'urotelio, della prostata, del testicolo e del pene. Il trattamento del tumore del testicolo è ben codificato e consente di ottenere un completo successo terapeutico in un'elevata percentuale di casi. La terapia di questo tumore si avvale del trattamento associato chirurgico, radioterapico e chemioterapico. La terapia del tumore del rene è prevalentemente chirurgica e ha finalità di un'exeresi radicale del tumore anche ricorrendo a interventi complessi, come in caso di trombosi neoplastica (della vena renale, della vena cava inferiore). La chemioterapia, l'ormonoterapia e l'immunoterapia hanno funzione complementare alla chirurgia nei tumori in stadio avanzato o metastatizzati.

Un altro settore dell'urologia che ha registrato grandi progressi è l'andrologia che studia le strutture anatomiche e funzionali, e in genere i problemi della sessualità maschile, soprattutto per quanto riguarda i suoi aspetti clinici e terapeutici. Si avvale dell’apporto dell’endocrinologia e della chirurgia per quanto concerne sia la diagnosi che la terapia. Tipiche aree di interesse dell’andrologia sono la correzione di anomalie morfologiche, la cura del criptorchidismo, dell’infertilità, della disfunzione erettile, il comportamento sessuale, i metodi di contraccezione maschile, i problemi della sessualità dell’anziano.
Per quanto riguarda il tema dell'infertilità, particolare importanza rivestono l'indagine seminologica, eseguita con metodica computerizzata, e il dosaggio nel liquido seminale dei markers della funzionalità del testicolo, dell'epididimo, della prostata e delle vescicole seminali (fruttosio, acido citrico, fosfatasi prostatica, zinco, ATP). Le indagini sono completate dalla biopsia testicolare, dalla vescicolo deferentografia e da esami immunologici.


Lavora con noi - Medico Rapido

Sei un medico e vuoi collaborare con noi? Inviaci i tuoi dati e ti ricontatteremo.



Newsletter - Medico Rapido

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per rimanere aggiornato su tutte le nostre iniziative e promozioni.



MedicoRapido.it

Rivoluzioni Digitali Srl
Sede legale:
Via Francesco Aufiero, 37
83030  Santa Paolina  (AV)
P.Iva 02920640642
Tel. 348.3059833

EMAIL
info@medicorapido.it